Gestione termica per una ricarica rapida sicura ed efficiente delle batterie dei veicoli elettrici su strada

Gestione termica per una ricarica rapida sicura ed efficiente delle batterie dei veicoli elettrici su strada

L'interesse per i veicoli elettrici a batteria è in costante aumento (BEV). Tuttavia, una sfida continua è la disponibilità di stazioni di ricarica rapida mentre si è in viaggio ma, per ridurre il tempo di ricarica la potenza di alilmentazione deve aumentare. Questo comporterà un significativo aumento termico delle componenti con conseguente perdita di efficienza. Per dissipare in modo efficace il calore e consentire una ricarica rapida è necessaria una gestione termica controllata con raffreddamento a liquido.

La maggior parte delle volte l'acqua e l'elettronica non vanno d’accordo ma l'aumento della potenza in uscita e della densità dei circuiti nei sistemi elettronici ha richiesto metodi più moderni ed efficaci per dissipare il calore.

Oggi ci sono principalmente due sfide da affrontare quando si parla di capacità di ricarica rapida dei veicoli elettrici (EV). Innanzitutto, la disponibilità di stazioni di ricarica su strada. I veicoli elettrici vengono principalmente ricaricati a casa o al lavoro ma, al di fuori di queste aree è molto più difficile trovare una stazione di ricarica rapida. La seconda sfida è la velocità di ricarica.

Una tipica colonnina di ricarica CA da 22 kW fornisce una carica sufficiente in 120 minuti per garantire altri 200 km di autonomia del veicolo (come da articolo in Automotive Power). AA parità di autonomia di 200 km, per poter ridurre il tempo di ricarica a soli 16 minuti è necessaria una stazione di ricarica CC da 150 kW. Con questa potenza e per evitare il surriscaldamento è necessaria una gestione termica efficace e migliorata poiché, secondo un rapporto del U.S. Department of Energy (Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti), la temperatura può aumentare fino a oltre 270°C durante una carica rapida di 10 minuti.

Il raffreddamento a liquido riduce il tempo di ricarica

Il tradizionale metodo di raffreddamento ad aria è la soluzione più comune ma, con lo sviluppo dell’elettronica in rapida evoluzione, il raffreddamento a liquido si è dimostrato il più efficace poiché i sistemi di raffreddamento ad aria dissipano più lentamente il calore. La capacità termica dell'acqua è anche 3.500 volte più efficiente dello stesso volume d'aria e fino a 10 volte più efficace nel dissipare il calore dalla fonte. Il raffreddamento a liquido, inoltre, consente di lavorare con sistemi pre-riempiti che facilitano le procedure di autorizzazione di installazione, le operazioni di manutenzione e di aggiornamento dell'impianto.

Il raffreddamento a liquido è adottato in molte aree di applicazione, incluse il pacco batteria termico, l'inverter del veicolo, il cavo di ricarica del motore elettrico del veicolo e l'elettronica di potenza della stazione di ricarica.

Connessioni rapide, un componente chiave nei sistemi di raffreddamento a liquido

In un settore in cui l'affidabilità e la durata nel tempo sono le chiavi del successo, l'utilizzo di componenti di alta qualità è estremamente importante. In un sistema elettronico, così come il surriscaldamento anche le perdite costituiscono una preoccupazione comune in caso di incidente. L'uso di connessioni rapide, parte fondamentale in un sistema di raffreddamento a liquido, riducono al minimo questi rischi poichè sono progettate per garantire l’affidabilità a lungo termine grazie al flusso elevato ed una bassa caduta di pressione.

CEJN ultraFLOW, una serie di connessioni rapide con design faccia piana, garantisce assenza di fuoriuscite, flusso elevato e bassa caduta di pressione. L'utilizzo di connessioni senza perdite come ultraFLOW, progettati per una connessione e disconnessione pulita, prolungherà la durata dell'hardware e manterrà bassi i costi di esercizio.

 

Written by:

Mats Ahnheim
Product Manager Fluids


 

Sapevi che…

  • che Oslo, Norvegia, con una popolazione di 5 milioni di abitanti, detiene il primato delle infrastrutture di ricarica VE pro capite, seconda solo alla Cina? Approssimativamente ci sono 230.000 veicoli elettrici nel paese.
    Quella ricarica a livello 1, 120 V, richiede da sei a dieci ore, ricarica a livello 2, 204-240 V, da una a tre ore e ricarica rapida CC, 480 V, solo 30 minuti?
  • che la ricarica a livello 1 a 120V richiede da 6 a 10 ore, a livello 2 a 204-240V richiede da 3 a 6 ore di ricarica la ricarica rapida CC a 480V solamente 30 minuti?

Fonte: https://cities-today.com/fast-facts-electric-vehicle-charging/

Connessioni rapide:
Un Componente Critico nei Sistemi di Controllo Termico a Liquido

 

Download White Paper

Esperienze correlate

In che modo le connessioni rapide riducono i costi di manutenzione delle turbine eoliche ed aiutano a prevenire i guasti degli IGBT (Insulated Gate Bipolar Transistor)

In che modo le connessioni rapide riducono i costi di manutenzione delle turbine eoliche ed aiutano a prevenire i guasti degli IGBT (Insulated Gate Bipolar Transistor)

I convertitori elettronici di potenza nelle turbine eoliche costituiscono dei componenti critici. Secondo un articolo di MDPI (fonte: MDPI) è stato dimostrato che sono una delle parti a più alto...

ultraFLOW ora disponibile in Acciaio Inox

ultraFLOW ora disponibile in Acciaio Inox

Le connessioni rapide ultraFLOW sono la scelta ottimale per il raffreddamento a liquido dell'elettronica. La caduta di pressione estremamente bassa permetterà di aumentare l'efficienza energetica...

ultraFLOW – 24/7 Connessioni Rapide per il Raffreddamento a Liquido di Elettronica ad Alte Prestazioni

ultraFLOW – 24/7 Connessioni Rapide per il Raffreddamento a Liquido di Elettronica ad Alte Prestazioni

Nell'ambito della gestione termica, i tempi di azione e l'affidabilità sono fondamentali per il successo. Per questo sono necessari prodotti di alta qualità progettati per l'affidabilità a lungo...